Torna su

Romaeuropa Festival 2021

Romaeuropa Festival 2021 – Trentaseiesima Edizione [14/09 – 21/11]

 

«Partecipare insieme dal vivo a un evento di danza, di musica, di teatro, di arti digitali, induce a una elaborazione culturale comune, reciprocamente stimolante e compiuta. Il pubblico che ascolta, segue, applaude, critica, respira, è un fattore insostituibile di crescita dello spettacolo» afferma il Presidente Guido Fabiani.

 

L’edizione del 2021 è ricchissima di appuntamenti e ospiterà 516 artiste e artisti provenienti da 15 differenti paesi, per 86 titoli, 206 repliche in 16 spazi della capitale.

 

L’opening è previsto dal 14 al 16 Settembre alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica e ospiterà la compagnia di acrobati XY. Insieme al coreografo Rachid Ouramdane daranno vita a Möbius. Al crocevia tra danza e acrobazia, sogno e gravità, l’inaugurazione è una festa, un salto nell’imprevedibile ebrezza del vuoto dove la forza e la fragilità della condizione umana si sovrappongono al fascino misterioso e imperscrutabile dei rituali della natura.

 

La partecipazione degli studenti di Fonderie Sonore al REf21 prevede delle scontistiche speciali su tutti gli eventi del Festival: circa il 25% su ogni spettacolo. Per poter usufruire di questo sconto gli studenti di Fonderie Sonore muniti di tesserino della scuola dovranno contattare il  box office di Romaeuropa Festival al seguente numero di telefono: 06 455 53 05.

 

 

Come ogni anno, Fonderie Sonore ha attentamente selezionato alcuni eventi: 

 

 

25/09 – Colin Benders

Mattatoio – Teatro 2

Da pezzi polifonici basati sull’armonia a clamorosi sprawl techno, Benders vive per fare musica qui e ora ma  liberandosi dall’usuale ciclo di registrazione e performance dal vivo che caratterizza la produzione musicale. Immergersi nel mondo dei sintetizzatori modulari ha dato a Benders la possibilità di accedere e evocare sentimenti attraverso il suono, raggiungendo i più minimi dettagli. Preview!

 

26/09 – Marta De Pascalis – Live

Mattatoio/ Teatro 2

Marta De Pascalis è una musicista e sound designer italiana con sede a Berlino. I suoi lavori da solista utilizzano la sintesi analogica e un sistema tape-loop per creare schemi di ripetizione che danno forma a un senso di distanza densa, dinamica e catartica. Il suo suono tocca un’ampia gamma di generi di musica elettronica, come l’ambient, le prime escursioni della scuola di Berlino, la psichedelia e la musica su nastro. Preview!

 

03/10 – Not Waving aka Alessio Natalizia –  How to Leave your Body

Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi

How To Leave Your Body è un percorso tra i temi dell’amicizia, della perdita, della fragilità e, come suggerisce il titolo, della trascendenza spirituale. Pensato e creato in piena pandemia, oggi presentato live, How To Leave Your Body promette un tuffo nella forza spirituale dell’amore e si impone come ulteriore testimonianza della maturità musicale di Natalizia. Preview!

 

09/10 – Donato Dozzy & Eva Geist – Il Quadro di Troisi

Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli

Concepito nel 2018 ma portato a termine solo grazie a una fitta corrispondenza durante il periodo di lockdwon nel 2020, Il quadro di Troisi è il frutto dell’unione artistica tra l’alfiere della techno italiana Donato Dozzy e la cantautrice Eva Geist. Preview!

 

20/11 – Vittorio MontaltiThe smell of blue electricity

Auditorium Parco della Musica – Teatro Studio Borgna

Romano, classe 1984, Vittorio Montalti è uno dei musicisti più premiati della sua generazione. Interessato alla tessitura del mezzo elettronico all’interno della scrittura strumentale esplora con le sue composizione l’estensione delle possibilità timbriche degli strumenti acustici e l’influenza del suono elettronico nella nostra cultura. The smell of blue electricity riunisce sul palco il Blow Up Percussion e il compositore per l’esecuzione della parte elettronica in uno spettacolo volto a rompere le consuetudini della performance musicale cercando un contatto più diretto con il pubblico. Preview!

 

21/11 – Alva Noto & Anne-James Chaton – Alphabet

Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli

Alphabet è il nuovo progetto di collaborazione tra Carsten Nicolai (Alva Noto) e il poeta/performer parigino Anne-James Chaton. Techno e spoken words  s’incontrano traendo ispirazione dai manoscritti dell’arcivescovo spagnolo Isidoro di Siviglia che agli inizi del VII secolo compilò un’enciclopedia etimologica intitolata “Etymologiae” o “Origines“, considerata dai più come la prima enciclopedia della cultura occidentale. Alphabet non è solo un concerto ma un progetto artistico a tutto tondo, una performance sonora sul linguaggio. Preview!

Consulta il programma completo qui per non farti scappare gli eventi più interessanti dell’attuale edizione del Ref21!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usiamo cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito.